A suon di Moto Guzzi 2017 e sulle strade del Circuito del Lario

L'anno scorso dopo la manifestazione Mandelliana avevamo fatto tappa al Guzzi Cafè di Primaluna, quest'anno puntavo a qualcosa di diverso, magari di storico, evocativo. Cosa di meglio che ripercorrere il tracciato del Circuito del Lario, dove vi avevano corso piloti del calibro di Nuvolari, Ascari, Pagani e l'idolo di noi Guzzisti, The Black Devil, Omobono Tenni.

Un mesetto prima inizio a cercare dati, itinerari, notizie su quello che chiamavano il TT Italiano, ma purtroppo non ne sapevo tanto, allora invito anche all'eventuale tour anche Donato, un amico Guzzista di Magreglio...ne saprà qualcosa.

Mando una mail a Donato e lui mi prepara su un vassoio d'argento tutto il tracciato e alcune cose da vedere. Era quello che ci voleva.

Faccio girare una mail tra i soliti amici Guzzisti per sondare il terreno e trovo dei buoni riscontri.

Il 19 marzo ci troviamo al Verbano Ovest noi della zona: io, Sam(mio figlio), Bruno, Lele, Lino e Paul.

Partiamo alla volta di Mandello, li davanti al cancello rosso ci aspettano Gianluca, Mario, Tiziano e Roberto. Dopo pochi minuti arriva anche Donato, il nostro cicerone.

Saluti e foto di rito innanzi al cancello e poi si va a vedere l'avviamento delle moto d'epoca.

Tra le varie merita una nota speciale la mitica 500 8 cilindri: oltre ad averla sentita accesa l'abbiamo anche vista correre su e giù per il viale. Un'emozione unica!!!

Finito il carosello ci ritroviamo davanti al Ghezz per partire. Donato guida il serpentone.

Prima tappa la targa in memoria di O. Tenni appena fuori Bellagio(all'inizio della SP 41, affissa su un lavatoio a dx), poi si riparte alla volta del Belvedere di Civenna. Qui hanno posato un monumento a ricordo di tutti i motociclisti caduti. Non lo sapevo ma ogni anno fanno un mega raduno proprio qui, il 1° novembre.

Saltiamo in sella ma dopo pochi chilometri siamo di nuovo fermi. Il Santuario del Ghisallo.  Oltre ad essere un punto molto alto(754 mslm) qui si trova anche il museo del Ciclismo. Vista la presenza di un ristoro ne approfittiamo per mettere le "gambe sotto il tavolo".

Dopo pranzo ripartiamo alla volta del monumento al Trofeo de Circuito che si trova poco prima di Lasnigo e per ultimo tappa alla storica Pasticceria Predabissi di Asso, dove sono esposte foto dell'epoca del Circuito., una delle quali raffigura il grande Tazio Nuvolari e la contessa Edda Ciano. Il circuito passava proprio davanti alla pasticceria, nel centro di Asso e i piloti correvano sul pavè che ancora è presente.

Ripartiamo ma stavolta la destinazione è casa, stenchi ma soddisfatti.

I Guzzisti, gente speciale, Gente da conoscere.

 

Qui il link dell'itinerario che abbiamo seguito ed i punti interessanti che abbiamo visitato.

Link